sabato 24 settembre 2011

24

Bologna - Inter, 1-3: benvenuto misteruòlfe

Fuori dal tunnel (della Gelmini)
In principio era The Loser One. Ma poi lo stesso Mou, dall'alto della sua bontà infinita, ha deciso di perdonare a Claudio Ranieri il suo passato di anziano e perdente nel momento stesso in cui è approdato all'ImmensInter, e noialtri non possiamo che andargli dietro. Solo che l'ormai troppo abusato "cantante" non ti piaceva: toccava trovargli un nick tutto antristico, al Claudietto nostro. E siccome è uno - così dicono - che risolve i casini piantati dagli altri, d'ora in poi a queste coordinate sarà sempre e solo misteruòlfe. Il Signor Wolf del Testaccio. Ma passiamo pure alla partita, a questi benedetti primi tre punti della stagione [...]

Vecchia gloria dei giallorossi. Quegli altri
Per far dimenticare subito i due mesi e mezzo di svagata gestione da parte di... com'è che si chiamava? Boh, misteruòlfe torna ai vecchi sapori antichi di una volta: la difesa a quattro, il centrocampo a quattro (anche se uno dei quattro è Bamboccinho), le due punte cristianicchie là davanti. Durante il minuto di silenzio pre-gara, Nagatomo e Coutinho, abbracciati in fondo alla squadra, sembrano due bambini di seconda media. Che hanno fatto la primina.
Pazzini è quello vestito da sindaco
Al 7° Samuel si trova a calciare in porta da cinquanta centimetri, ma Gilett riesce a sventare il pericolo allungando la quarta lama; al 10° Di Vaio spara alto su un buon contropeu per il Bologna, ma poco dopo Forlan centra il palo su una conclusione da tipo 75 metri. L'uomo senza sopracciglia è mobile e voglioso come un pornodivo dopo un anno sabbatico in un monastero tibetano, e al 38° si inventa una finta pazzesca a metà campo e lancia verso Cambiasso, che gira su Pazzini. Il Pazzo sfodera una rasoiata contropelo che sorprende Gillet senza schiuma da barba, poi va sotto lo spicchio di tribuna occupato dai tifosi nerazzurri per gridare tutta la sua rabbia verso l'ex tecnico che lo teneva sempre in panchina. Solo che anche lui non ne ricorda il nome.
Ex tecnico la cui esperienza all'Inter può esser riassunta con questa diapositiva:

Fine primo tempo, Nagatomo è ormai ufficialmente cresciuto. Nagatuomo. La ripresa è aperta da una traversa di Cambiasso, su azione fagiolata di Bamboccinho (che ha fatto alcune cose buone e molte minchiate. Quella finta con la frenata, a un certo punto, l'avevano capito pure le folaghe in migrazione dalle parti del Dall'Ara). Misteruòlfe butta in campo il commissariomontalbano Jonathan, ma è il Bologna a fare a lungo la partita. Dentro allora anche Muntari: è la mossa decisiva. Per il Bologna. I rossoblu si vedono assegnare infatti un rigore dopo 10 SECONDI, e se è vero che non è colpa di Muntari (il fallo lo fa Samuel), è anche vero che inizi a pensare che il ghanese un po' sfiga la porti comunque. Uno a uno e Muntari il modo di incidere sulla partita lo trova, distruggendo la spalla di quel povero cristo di Gillet con una delle sue sciagurate sortite in attacco. In campo sembra esserci solo il Bologna, quando al 35° un'azione volante da calcio spettacolo Pazzo-Milito porta Morleo a franare sul Principe, beccandosi un rigore, un cartellino rosso e qualche sputo da parte dei suoi tifosi mentre esce dal campo a testa bassa. Lo stesso Milito calcia in rete: nuovo vantaggio. Al 40°Zanetti conquista un calcio di punizione interessante dopo aver bruciato in velocità, SUI SESSANTA METRI, un avversario di vent'anni più giovane. Colpo di testa di Lucio, 1-3. Dispiace un po' per il Bologna (squadra che ti è sempre stata simpatica), ma un pareggio oggi non poteva proprio bastarvi. Siete mica la jubentus.

24 commenti:

  1. A me nessuno però toglie dalla testa il pensiero che colui-che-non-può-essere-ricordato è stato fatto fuori prima di tutto dai giocatori e poi non è stato mai voluto veramente dal Massimo dell'Onestà, un pò come Benitez l'anno scorso.

    RispondiElimina
  2. Finalmente si comincia a respirare un po'. Fosse che con Ranieri s'è ritrovato ciò che mancava alla squadra...

    RispondiElimina
  3. Certo che avreste pure potuto concedere one more match a Gasp! eh, così almeno un puntarello lo si raggranellava pure noi...

    Vabbhe buon esordio per Ranieri, con lui il secondo posto lo avete già messo in cassaforte. :D

    RispondiElimina
  4. Sicuramente Ranieri è un ottimo allenatore, e lo dico da romanista, ma questo non vuol dire che Gasp non lo fosse, ne che non fosse adatto all'Inter. Il problema è che i calciatori sono sempre più viziati. L'anno scorso Ranieri è stato fatto fuori da Totti e co., non dimentichiamocelo (la memoria corta degli italiani permette al nano di vincere troppo spesso le elezioni. Stessa cosa per Benitez l'anno scorso. Nel calcio c'è poca voglia di sacrificarsi, troppe prime donne (pensate allo stesso Totti, ahimè) e troppi tifosi disposti a scaricare gli allenatori e difendere i propri beniamini fino allo stremo. Gasp aveva un progetto, ma come purtroppo faceva fino all'avvento di mou Moratti ha deciso di testa sua (vedi acquisto di Zarate, inutile per il gioco di Gasp che aveva chiesto ben altri giocatori). Detto questo Ranieri è un buon allenatore all'italiana, privo di sorprese sì, ma sempre meglio di un traghettatore che poco avrebbe da dare a una squadra come l'Inter. peccato però per un progetto che poteva essere interessante.

    RispondiElimina
  5. Quello poco ma sicuro.
    Dimenticavi: Forlan c'ha movimenti e tiro da signora seconda punta.

    RispondiElimina
  6. Mannaggia, ho Milito in panchina al Fantacalcio... speriamo che domani mi entra...

    RispondiElimina
  7. 3 punti, ed era ora... Si fotta la juv... Si fotta il resto :D

    p.s.

    Dobbiamo rallentare di qualche frame il signor Forlan... Se riuscisse a passare la palla a velocità umana nello stretto sarebbe un gran bel pezzo di giocatore.

    RispondiElimina
  8. Come ho detto altre volte, anche da queste parti, il calcio lo seguo solo per la mia squadra, per le altre provo qualche simpatia e una la odio profondamente. Per il resto indifferenza.

    Comunque, devo dire che questo risultato mi ha deluso. Mi divertivo così tanto a vedere il Doc disperarsi per Gasp! :(


    (Sì, questo è per Batman. Tiè)

    RispondiElimina
  9. almeno oggi ho visto una partita, era un po'...

    RispondiElimina
  10. niente non mi hai voluto dare soddisfazione doc...e io che in altri post avevo caldeggiato il bellissimo "Claudio er Minestraro (aka the problem solver)"...ma claudietto è un bravo cristo, mi è sempre stato simpatico sin dai tempi del mou. è quello che ci voleva secondo me per questi poveri ragazzi sbandati

    RispondiElimina
  11. L'Inter atomico del dottor Manatthan

    RispondiElimina
  12. akiraamon: non era male, davvero, ma "Claudio er Minestraro" era troppo lungo. Misteruòlfe è più pratico.

    RispondiElimina
  13. Sulla Gazza di oggi c'è tutto un pippone sul Signor Wolf che risolve i problemi. Eh. Gli aricopioni.

    RispondiElimina
  14. E 6 a Nagatomo, leggo

    RispondiElimina
  15. Nonostante non apprezzi il "gioco dei piedi" riesci sempre a strapparmi un largo sorriso anche con le telecronache interistiche.

    OT: quando ho visto il tunnel, ho pensato ad un articolo di tutt'altro genere data la recente castroneria relativistica del nostro attuale ministro della pubblica distruzione.

    RispondiElimina
  16. Non so se mi diverto di più a leggere te che scrivi di Inter o Chinaski che scrive di Juve. Però, secondo me, ai giornali sportivi manca gente come voi :)

    RispondiElimina
  17. Nervo: lo dico sempre, io

    Leomax: non sbagliavi. La foto d'apertura è "un fuori dal tunnel" che vale sia per i nerazzurri che per i neutrini svizzeri

    RispondiElimina
  18. Il blog mi è testimone che Mr. Tinkerman lo vedevo bene già da prima di sta partita. Bene così, la classifica è cortissima, migliore la stagione dell'Inter più voglia verrà al Doc di scrivere di calcio (che al terzo articolo di fila su FPS e/o fumetti americani mi sento tagliato fuori) e quando il Doc scrive di Inter siamo tutti più contenti (e polemici)

    RispondiElimina
  19. Si parla sempre di progetti, un pò a sproposito mi sa..inmyopinion progetti vincenti nel calcio sono quelli di Manchester United e purtroppo Milan, o la Juve quella ingorda che rubacchiava senza bisogno, cioè società solide che costruiscono squadre ben amalgamate gestite da allenatori con un cervello funzionante e un certo carisma..capita di prendere giocatori o allenatori brocchi (vedi Terim, vedi Taibi), di vendere i propri campioni (Beckham Zidane Kaka), ma la struttura solida garantisce nel lungo periodo vittoria felicità soldi e nightclub..dare la squadra a Gasperini non era un progetto, era un azzardo tecnico-tattico che è fallito e giustamente smantellato! Gli allenatori quelli bravi (Ferguson, Ancelotti, Mou, Lippi prima che impazzisse) sfruttano i calciatori che hanno a prescindere da un'idea tattica, ma soprattutto ci dicono "State zitti e lavorate, che qui comando io puttanavaccatroia!"
    PS:
    Il Barça non ce lo metto perchè secondo me è tipo una bolla finanziaria che rischia di esplodere..troppi giovani, troppi giocatori, troppi soldi, troppo Messi..qui qualcosa non quadra!
    PPS:
    Mi dimenticavo di commentare il post..Ranieri buona la prima, buona la seconda e magari sarà utile per arrivare in alto, ma la stagione è lunga e siamo ancora espostissimi a figure da cioccolatai..per lo meno ieri sembravamo una squadra di calcio

    RispondiElimina
  20. "per lo meno ieri sembravamo una squadra di calcio". E' vero. E di questi tempi hai detto fischi.

    RispondiElimina
  21. eh doc ho visto...qualcuno pesca a piene mani dall'antro e manco si degna di citare le fonti. comunque visto l'inizio dimmerda menomale che la juBe rallenta tornando alla sua dimensione (elia penoso, peccato perchè è un giocatore che mi piace assai)...magari l'anno prossimo un cerci farebbe comodo. per aumentare imprevedibilità, tasso tecnico e colonia italiana...non sia mai

    RispondiElimina
  22. Doc, cronaca perfetta.
    Hai solo fatto un errore di battitura nell' ultima parola: si scrive Rubentus.

    RispondiElimina
  23. la cosa consolante è che con ranieri, perdente di professione, l'immensinmerd non vincerà una sega... speriamo quindi che vada ben oltre i due anni di contratto ;)

    RispondiElimina
  24. Cioè, in pratica Ranieri giovane è Pato.

    :|

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails