sabato 6 agosto 2011

18

Supercoppa: Milan - Inter 2-1. Un ottimo esordio (ma per quegli altri)

A Pechino. Perché se la finanza americana si può indebitare fino alle mutande con i cinesi, la Federcalcio si è detta E io chi sono, la figlia di Moggi? A Pechino, per un'altra Supercoppa persa per 2-1, che barba, che noia. A Pechino, con un ritardo delle immagini sull'audio che sembrava una partita ripresa da Enrico Ghezzi. A Pechino, dove si è giocato solo un tempo: ed era quello sbagliato […]

Il merlo maschiovic
Il primo tempo va come non ti aspetti: schierati con un 3-4-2-1 che Gasperini si è inventato nel preciso istante prima dell'ingresso in campo, giusto per far vedere che lui c'ha fantasia, i ragazzi fanno girare palla, giocano, mentre il Muilan si limita a picchiare Thiago Motta. Gli uomini si Silvie Pernascone hanno, va detto, una grossa occasione, ma Pippinho tiene fede al suo nome, uccidendo un fotografo cinese a bordo campo. Al 21° Gattuso viene graziato da un secondo giallo che si merita tutto, e mentre il calabrese è ancora lì a rivolgere ad arbitro, guardalinee e gentili signore una seria di improperi di ringraziamento in terrone antico (questi calabresi, gentaglia), Wesley pennella su quella punizione una parabola che Abbiati provaci, Abbiati prendimela, Abbiati ciao. 
Ma tanto, dice la Gazza, lo abbiamo già venduto al City. Se non è vero a chi l'ha scritto ci deve venire la dissenteria grave esplosiva. Se invece è vero, pure
Il resto del primo tempo sono almeno venti minuti in cui si avverte l'imprevista, piacevolissima, netta sensazione di controllo totale del gioco, con una fitta rete di passaggi imbastita da i giovani padawan Alvarez e Obi Wan Kenobi agli ordini del feldmaresciallo Sneijder. C'è che si conclude poco, perché in area non c'è nessuno, occhei, ma dall'altra parte il Muilan non si muove proprio. Zingarimovich - presentatosi a Pechino con un improbabile combo pizzetto e coda alta che dovrebbero farne un bell'uomo ma lo rende un Lando Buzzanca con pizzetto e coda alta - ha una grossa occasione al 40°, ma spedisce sul palo di testa un pallone che non si sa bene come prende, non si sa bene come gli capita, nel centro di un'azione fagiolata con morti e contusi al centro dell'area. Fine primo tempo, e ti mangi un Twix gelato appollaiato sulla poltrona in ossequio alla nuova moda dilagante dell'howling, convinto di poter vivere una ripresa abbastanza serena. Non sai quanto hai torto.
I tifosi nerazzurri cinesi. Sono adorabili, quando non scatenano risse furibonde
Pronti via, Gasp cambia il modulo in un ancora più improbabile 4-4-1-1, che dovrebbe servire a confondere i muilanisti e invece riesce solo a non far capire più una fava ai nostri. Mentre Obi muore per la fatica a bordo campo, nell'indifferenza generale giusto perché è africano, la banda bassotti di Silvie prende in mano il gioco e non lo molla più fino al 40°. In pratica è il primo tempo a parti invertite, solo che quelli, anziché limitarsi ai passaggini e passaggetti, in mezzo ci infilano due reti, su altrettante belle azioni che non ci puoi dire proprio nulla, guarda. Neanche l'ingresso in campo di Pazzini, con in mano ancora i DIECI EURO di Amendola e di un paio di giovani promesse riesce a risollevare le sorti di un incontro che scivola via verso un 2-1 al quale questa maledetta Pechino e questa cazzo di storia di andare a giocare in Cina giusto per elemosinare qualche soldo, con il cappello tra i denti, in mezzo a tutti quei tifosi feroci, ti ha un po' abituato, porca paletta. Il gol all'ultimo secondo di Eto'o sarebbe troppo bello, ma sarebbe anche troppo in fuorigioco: la Supercoppa va al Muilan, festa grande tra i cinesi e a casa di Silvie. Ché anche se mo' ci commissariano il paese e finiamo nella merda più di quanto lo siamo, il Muilan ha vinto, Barbarina è contenta, c'è materia per gloriose serate di barzellette e Apicella.


Antipatico ma doveroso PS:
Viste le brutte rotture di coglioni dell'armonia verificatesi la stagione scorsa in coda ai post sull'Immensinter, commenti offensivi di qualunque tipo o anonimi o con nick ad mentulam canis inventati al momento giusto per venire a fare la figura dei poveri pezzenti verranno presi a colpi di laser, ok? Ok.

18 commenti:

  1. Porca trota, ha vinto il Milan.

    Porca trota, ho scoperto solo ora che si giocava ad un orario INDEGNO, quindi manco l'ho vista la partita.

    Strano Gasperini che mi cambia modulo in quel modo, non è certo mai stato uno con la paura di prenderne.

    Ibrahimovic e Gattuso, con qui capelli, riescono ad essere più brutti di Yepes.
    Ma anche della mitica coppia Nappi-Centofanti.

    RispondiElimina
  2. Come scrivi te, doc, un tempo per parte. Con la differenza che nel nostro di tempo siamo riusciti a fare due gol e creare un po' di altre occasioni. In difesa di Gasperini va detto che il Milan è una squadra già rodata, mentre l'Inter ha molti innesti nuovi e allenatore e modulo inediti.

    RispondiElimina
  3. si saranno spaventati per il look di Ibra. O, più semplicemente, state tornando quelli di un tempo doc :p

    RispondiElimina
  4. Può essere. Vorrei vedere però anche Cassano con il look alla Yepes: spero non lo vendano.

    RispondiElimina
  5. Ho visto la partita dal gol del marito di Yolante in poi... per alcuni tratti non sembrava una partita italiana... un gioco discreto e belle giocate... dispiace solo che l'abbia vinta il Milan...

    RispondiElimina
  6. Io la partita l'ho vista e non l'ho vista cioè, l'ho vista ma non si vedeva un cazzo, che a casa mia la Rai in digitale non prende (perché pensano che Palermo sia in Africa è logico) e tocca vederla sui canali old con tanto di "nebbiadimmerda" che ti sembra di veder giocare in campo Jennifer Connelly e invece poi ti accorgi che è Zingarimovich e ci rimani male...molto male...

    Per il resto penso che il Muilan abbia giocato meglio le sue carte (soprattutto facendo uscire Robinho)nel secondo tempo, perciò niente da dire, tranne "peccato", già perché dopo il primo tempo ero già al telefono con amici, che organizzavo i festeggiamenti di stasera per la supercoppa...ricordatemi che la prossima volta che c'è una partita devo gettare il telefono dalla finestra...

    RispondiElimina
  7. Premessa 1: io la partita non l'ho vista ( tranne il gol interista segnato nell'esatto microsecondo in cui avevo accesso la TV) perchè non mi interessava
    Premessa 2 :da cattivo sportivo ma da ottimo tifoso (del Napoli) avevo sperato nella contemporanea sconfitta di Inter e Milan, ma purtroppo per regolamento non è possibile
    Fatto: senza voler offendere e con tutta la stima che ho per te, caro Doc, credo che con Gasperini avrai da lacrimare molto quest'anno, almeno fino a Natale perchè non credo che Gasp arriverà a mangiare il panettone (erano anni che aspettavo di dire qeusta puttanta)
    saluti

    RispondiElimina
  8. il risultato finale era scontato da quando qualcuno ha avuto l'idea di non convocare i sudamericani. non pensavi mica di vincere con faraoni, no? ...ma è la situazione generale che preoccupa, mercato assente, allenatori che sembrano sempre cmq di passaggio, giocatori spenti. sneijder non ha fatto una grande stagione l'anno scorso (come tutti a parte eto'o) ma probabilmente senza di lui perderemo parecchio.

    RispondiElimina
  9. Assolutamente. Se parte Wesley sono razzi amari a prescindere da chi si vada poi a prendere. Ammesso che poi qualcuno lo si vada a prendere davvero.

    RispondiElimina
  10. chiaro, anche perchè ti ricordo che l'anno scorso con i soldi della champions+quelli per balotelli non è arrivato nessuno.

    RispondiElimina
  11. A quello pensavo. Cinque, sei anni fa Moratti avrebbe aperto il portafogli e comprato chiunque e sua sorella. Oggi non lo fa più, ed è chiaro che il fairplay finanziario è una scusa di facciata: in famiglia gli avranno chiuso i cordoni della borsa.
    Il che, dal loro punto di vista, sarebbe peraltro anche comprensibile, considerato quanto ha speso nei quindici anni precedenti.

    RispondiElimina
  12. A dire la verità pensavo peggio.
    La difesa a 3 può anche andare (le amichevoli con Galtasaray e Celtic sono state buone), ma la squadra deve essere compatta, altrimenti (vedi l'amichevole con City e il primo tempo oggi)...
    E' un modo di giocare molto dispendioso e questo deve far riflettere, perchè la rosa andava rinfrescata già a partire dallo scorso anno, con un paio di innesti di qualità; uno in attacco (tipo Tevez) e un altro a centrocampo (serve un giocatore giovane e dinamico di sicuro affidamento per programmare il progressivo minor impegno di Cambiasso).
    Invece la stagione scorsa ci si è mossi poco e male, più precisamente a gennaio e in emergenza infortuni.
    Andando avanti così il prossimo anno bisognerà rivoluzionare la squadra (Zanetti, Samuel, Cambiasso e Stankovic, anche se adesso puoi farli ruotare, non sono eterni) aumentando esponenzialmente le spese e i rischi di sbagliare (se inserisci gradualmente pochi giocatori nuovi in un ambiente vincente è più facile vederne il valore).
    Dunque il risultato sarà che Moratti spenderà molti più soldi, tutti insieme e con maggiori probabilità di sbagliare.
    Non vi ricorda qualcosa?

    RispondiElimina
  13. La mia idea è che Moratti da un paio di anni ha ridotto un pò le psese perchè i debiti della società erano molto pesanti e quindi oggi non vuole più spendere quanto faceva prima.
    Ciò dipende forse anhe dal famigerato far paly che dovrebbe entrare in vigore e forse un pò dalla crisi economica che sta morsicando le chiappe degli italiani.
    Invece B il propretario dell'altra squadra di Milano (che pure è piena di debiti)al momeno ha altro a cui pensare.
    No, non i problemi della nazione, ma i suoi processi, le sue società le sue ville, il suo bunga bunga .
    E, poi, probabilmente starà pensando ad una legge ad squadram che cancelli i debiti di quella squadra di Milano che ha la maglia a strisce rosse e nere e che gioca in serie A.
    saluti

    RispondiElimina
  14. doc, dovevi metterci il link di quel tuo post sull'aeroporto di Pechino! :)

    RispondiElimina
  15. Certe cose uno preferirebbe dimenticarle.

    http://docmanhattan.blogspot.com/2009/09/pechino-per-chi-non.html

    RispondiElimina
  16. forse è la prima volta che l'inter meritava davvero di vincere

    RispondiElimina
  17. La furbizia più grande è stata non richiamare i sudamericani, con la scusa "eh, ma poi si fanno male per lo stress" Certo poverini ne? Peccato che i giocatori del Barca giocano sempre e non hanno infortunei da stress sportivo...
    Poi Gasperini, perchè cambiare modulo quando la partita stava andando bene? Vorrei anche che mi spiegasse il senso di Faraoni per Alvarez, ah già nemmeno lui l'ha capito infatti dopo 2 minuti è corso ai ripari mettendo Pazzini (prima no vero?) per Motta.
    Povero Gasp e poveri noi, forse destinati a una stagione di mugugni e sbuffi alla Paperon de Paperoni: "gasp"

    RispondiElimina
  18. "A Pechino, con un ritardo delle immagini sull'audio che sembrava una partita ripresa da Enrico Ghezzi" :-) LOL

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails