sabato 2 luglio 2011

43

Saturday night sondaggismo: l'action hero definitivo

Dopo aver passato in rassegna nelle ultime settimane tutti quei film truzzi di Schwarzenegger e di Gardenzio Stallone, ti sei chiesto quale sia in assoluto l'action hero più figo del mondo della fiction tutta. Il personaggio, non l'attore, che meglio rappresenta l'intero, tamarrissimo, bellissimo genere. E prima ti sei risposto che sono tanti, almeno quanti sono i film memorabili etichettabili come action-qualcosa, i John Rambo, John Matrix, John McClane (sì, si chiamano tutti John), ma anche gli Snake Plissken, i Jack Slater, i Jason Bourne, gli Henry Walton Jones Jr. Poi però ci hai pensato meglio, e hai capito che sono quasi tutti perfettamente riassumibili nella figura di Snake. Ma non quello dei film. Quell'altro [...]

Perché per quanto poi la sua storia personale sia diventata un delirio di minchiate, di nemici posseduti da un braccio e origini più incasinate di quelle di Ratman (Patriots? Les Enfants Terrible? Philosophers? La-li-lu-le-lo?), Solid Snake nasce come simbolo degli action hero del suo tempo. E si evolve di conseguenza.
All'inizio, all'inizio di tutto, quando Ciccio Kojima non era ancora un megamiliardario che gira il mondo scrivendo cazzate su Twitter, ai tempi del primo Metal Gear per MSX2 (e poi NES, PC e C64), Solid Snake era Michael Biehn
In copertina un art ricalcato sul vetro della finestra usando una foto di Terminator, così, senza vergogna, ché chi vuoi mai che se ne accorge. Era l'87, Biehn era il galoppino di Cameron, usciva da Terminator e Aliens - Scontro Finale, era fottutamente action hero su una scala da zero a Ho attraversato il tempo per te, Sarah.
Tre anni più tardi e con il secondo capitolo, Metal Gear 2: Solid Snake, è già tempo di cambiare faccia al protagonista. Un Biehn in fase calante viene soppiantato da un Mel Gibson ai tempi sulla scena con un Arma Letale dopo l'altro. Nemici e comprimari, chiaramente, si adattano.
Big Boss Connery
E ancora. 1998, Metal Gear Solid, il primo MG di nuova generazione con un Solid Snake di nuova generazione. Per lui, il corpo di Jean Claude Van Damme e la faccia di Cristopher Walken, se vogliamo dar credito alle parole di chi ne ha curato il design, Yoji Shinkawa. E poi, accelerando, quegli omaggi a Snake Plissken in MGS2, che si affiancano nel terzo capitolo ad una faccia alla Snake Plissken e a una barba alla Snake Plissken e a un capello alla Snake Plissken.
A quel punto della saga il protagonista non è neanche più Solid Snake, ma il suo paparino genetico Naked Snake/Big Boss, quello che quando lui e Liquid erano piccoli li portava al luna park genetico e ci dava la paghetta genetica per comprare le figu genetiche. Ma non importa, perché Snake (Solid, Naked, Old, Whatev) non è più un personaggio. E' ormai un avatar da perfetto action hero che cambia aspetto alla bisogna, che per restare sempre sulla breccia, per continuare a raccontare una storia, ormai ne ha una talmente incasinata che non conta più. E' Snake, deve infiltrarsi da qualche parte, strisciando e sentendo gente che gli racconta dei cazzi propri direttamente nell'orecchio. Fuma, ha la voce catarrosa, ci piacciono le riviste zozze, tutti ci dicono cosa deve fare invece di alzare le chiappe e andarlo ad aiutare, diventerà la peggiore nemesi di se stesso. Tu pensa il culo.
Ma è quando lo vediamo infine vecchio in Metal Gear Solid 4, quando non è più Michael Biehn, Mel Gibson, Van Damme, Cristopher Walken o Kurt Russell, ma un Lee Van Cleef con più benda, più catarro e meno cacao, quarantadue anni all'anagrafe ma ottantenne nel fisico, che Solid Snake conclude la sua parabola da action hero nel modo più significativo. Era il giovane Rambo incazzato e John Matrix e John McClane e MacGyver e tutti quegli altri, sotto la sua bandana e con i suoi gadget, ora invece è il vecchio John Rambo, il Terminator con la panza del terzo film. Fa un po' ridere e un po' pena, ma la gente, lì davanti al televisore, ci vuole bene lo stesso.
"Non farlo, Jena!"
"Mi chiamo Plissken. O La-Li-Lu-Le-Lo"
Ok, fine del pistolotto. Ora, recitando sempre la formula ormai canonica, tocca a voialtri debosciati. Qual è il vostro action hero definitivo? Viene buono qualsiasi media, un solo nome, corredato possibilmente da un perché, ma non vale rispondere Rocco Siffredi. Non stiamo parlando di quel tipo di action hero.

43 commenti:

  1. John MacLane senza nemmeno pensare.

    RispondiElimina
  2. Primo! :D
    Il solo e unico Dr. Jones. Perché come mi fa avventura lui nessuno.

    RispondiElimina
  3. Sarà il nome del bloggo, ma mi viene in mente solo Rorshach, al momento.

    Perchè è figo. Perchè picchia tutti. Perchè si arrampica su un grattacielo come una pistola. Perchè muore in modo figherrimo. Perchè si.

    E poi perchè non lo avrebbe citato nessuno e mi spiacerebbe.

    RispondiElimina
  4. Forse sarò l'unico a nominarlo ma Jason Statham spacca i culi e credo che il titolo di action hero se lo meriti.
    In alternativa, come non citare il buon vecchio Duca che spacca i culi con stile (ultimo capitolo a parte)?

    RispondiElimina
  5. Secondo voto per John McClane (scopro ora da Wikipedia che si scrive così), Die Hard per me rimane il simbolo dei film action "perfetti"

    hippy kya-yey

    RispondiElimina
  6. Nathan Drake, giovane, simpatico, con la maglietta di Celentano degli anni 70, in grado di risolvere le situazioni per il rotto della cuffia, abile nell'affrontare orde di soldati/pirati/cosebuffe ma comunque capace di sbattere la testa entrando in un cunicolo...

    RispondiElimina
  7. Bel post, doc. L'action hero definitivo per me è sempre un personaggio di Bruce Willis, ma quello dell'Ultimo Boy Scout. La scena dell'accendino è storica.

    RispondiElimina
  8. Io voto Joe Hallenback (Bruce Willis ne L' ultimo dei boy scout), dico solo che "Il cielo è azzurro, l' acqua è bagnata e le donne hanno i segreti. E chissene frega?!"

    RispondiElimina
  9. Se contano anche gli eroi fantascienzi, voto Richard B. Riddick, il Conan degli spazi.

    Se dobbiamo invece rimanere solo nell'action più puro direi John Rambo post Rambo I.

    RispondiElimina
  10. John McClane, yippie ki-yay!

    RispondiElimina
  11. Per me il migliore è Clint Eastwood, il motivo è che lui è Clint Eastwood, sempre con la sua faccia, il suo sigaro e la sua pistola. Clint è Clint

    RispondiElimina
  12. "Hai abbattuto un elicottero con una macchina?!".

    "Avevo finito le pallottole...".

    Eh, si. E' McClane. :)

    RispondiElimina
  13. Il Commissario LoGatto , of course.

    RispondiElimina
  14. Ma la risposta è ovvia:

    ACTION MAN - il più grande degli eroi!

    Battute a parte, scelgo il media cinematografico e dico Derek Zoolander!

    Perché? Perché è bello bello in modo assurdo (e con lo sguardo ferma gli shuriken)!

    RispondiElimina
  15. Jack Burton di "Grosso Guaio a Chinatown", solo perchè li prende per il culo tutti... numero uno! Inoltre Kurt Russell ha sempre dalla sua Mr. Plisskin...

    p.s. SOlid Snake è un personaggio da paura nelle mani di Kojima che ama esagerare perdendosi per strada.

    RispondiElimina
  16. Se non ci fosse già Snake e famiglia a riempire tutto il Pantheon degli action hero sia buoni che cattivi, avrei azzardato un Jack Ryan di Clancyana memoria (che pure Clancy è un pazzo a livello di Kojima), l'action hero che non voleva essere un action hero manco per il cavolo.

    RispondiElimina
  17. Jena Plissken (anche se è Snake) su tutti, frasi da mandare a memoria una dopo l'altra specie nei dialoghi con Hauk!

    "Presidente di che?"

    "Chiamammi Jena..."

    Un uomo che era già un mito per le sue azioni a Leningrado, che ti atterra con l'aliante sul WTC, va in taxi con Ernest Borgnine, si scontra con Isaac Hayes e se ne va in giro con un timer che gli dice quando esploderanno le capsule... e che vuoi di più!

    Subito dopo John MacClane e Drugo Lebowsky!

    RispondiElimina
  18. Mario Balotelli, nonostante la recente caduta di stile quando ha salvato un bambino dai bulli che lo tormentavano.

    RispondiElimina
  19. John McLane, senza dubbio.
    Cioè, come si fa a non votare uno che ti dice battute come questa?

    http://www.youtube.com/watch?v=iOA8axHk9YU

    RispondiElimina
  20. Prima di leggere i commenti già avevo in mente Joe Hallenback, L'ultimo boy scout, pensando di essere l'unico fesso. E invece vedo che sono già in buona compagnia =)

    RispondiElimina
  21. Jack Burton tutta la vita!
    Sono nato pronto
    (anche se l' ha rubata a Terence Hill...)

    RispondiElimina
  22. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  23. John McLane sicuro!
    http://www.youtube.com/watch?v=2sDMg1Tl05c&feature=related

    RispondiElimina
  24. John McLane, l'uomo che riesce a rendersi impresentabile dopo 15 minuti di film

    RispondiElimina
  25. Appena letto il titolo ho pensato nell mia testa "Jack Burton"!
    Che quand'ero giovincello Grosso guaio mi esaltava sempre un sacco! E poi anche se era un discreto eroe Jack aveva Cmq un aurea da bullo un Po sfighè che lo rendeva un sacco umano...

    Poi però ho letto il tuo post... E mi hai fatto tornare in mente anche le ore perse sui vari MGS... E a questo punto non posso che convenire con te doc: SNAKE. tutta la vita.

    RispondiElimina
  26. Rambo è talmente ovvia come risposta che basta dire che fare il/come Rambo è entrata nel linguaggio comune.

    Riddick il personaggio principale (interpretato da Vin Diesel) di Pitch Black non è male come risposta.

    RispondiElimina
  27. Bobo Vieri perche' ha picchiato Corona ,si e' bombato Melissa e ha due marche di abbigliamento,ristoranti e hotel sotto il culo.

    Senno' Gray Fox, aka Gola profonda, aka il Ninja che catso entra tutto Uatta e taglia la mano al baffo moretti con la pistola ribalzina

    RispondiElimina
  28. cacchio ma qui nessuno cita Ryo Saeba?
    Non è che ci siano troppe ragioni, è fico, picchia duro, abile tiratore, vive in un palazzo tutto suo, è allupato fradicio (mokkori!!!!) ed è sempre circondato da pheegame (anche se gli va puntualmente in bianco...), ci ha la canzoncina per i momenti d' azione che è fichissima (allego RVM http://youtu.be/9lNYZ6QQvQU )e rimanendo in tema OST è l' unico ad avere una canzone "vera" nel senso già edita e non creata apposta per il cartone (ariellego RVM http://youtu.be/F8PuuY4DLiQ )

    RispondiElimina
  29. Chev Chelios di Crank (Jason Statham)!

    Dr. Miles: Hai il petto in fiamme?
    Chev Chelios: Esatto.
    Dr. Miles: Però hai freddo...
    Chev Chelios: Esatto.
    Dr. Miles: ...e hai un'erezione da record vero?
    Chev Chelios: Fammi controllare... Esatto.

    RispondiElimina
  30. Anhce il trasportatore interpretato da Jason Statham non scherza...

    RispondiElimina
  31. Ma porca miseria, ma come si fa!? Ellen Ripley, John McClane, Rambo, Jena Plissken, El Rey di Planet Terror... così tanti ricordi! Però, rimanendo nel media cinematografo che sembrerebbe il più gettonato, vorrei votare per Léon, chè l'amaro per il finale del film è ancora tanto forte da spingermi a citarlo a mo' di onorificenza alla memoria.
    Sigh.

    RispondiElimina
  32. E, dimenticavo, Léon fa un mazzo tanto a tutti i cattivi con la flemma da action hero più flemmesca che mi ricordi..

    RispondiElimina
  33. La canotta bianca zozza di John McClane!

    O in alternativa, ma proprio se non mi si passa la canotta come eroe, allora voto chi la canotta la indossa, ovvero John McClane.

    RispondiElimina
  34. La risposta italiana a John McClane, l'ispettore Coliandro.

    RispondiElimina
  35. Con me sfondi una porta aperta!!!
    Snake! In ognuna delle sue declinazioni!!!
    Grandissimo Doc!!!

    (scusa l'esubero di punti esclamativi!) :-)

    RispondiElimina
  36. Dai, su, ci fai pure il sondaggio.

    John Mac Clane. Toda la vida. Porqué?

    Ecco perché: http://satirasciusciesca.blogspot.com/2011/01/solo-unaltro-americano-che-si-pensa-di.html

    RispondiElimina
  37. Lo straniero senza nome interpretato da Clint.

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails