sabato 16 aprile 2011

22

Parma-Inter, 2-0: Colomba amara

Cosa succede se si affrontano in un sabato sera in cui volevi proprio andare a vedere il film di Moretti una grande squadra senza più benzina (ironia della sorte) e una piccola squadra con un gioco da latte alle ginocchia (ironia della sorte)? Tanto più se tra le fila dei nostri mancano Maicon (fuori per punizione) e Sneijder (fuori perché Leonardo è un minchione)? Succede il primo tempo più brutto della stagione, in cui i tiri in porta in tutti i primi 45 minuti sono numero tre: due di Stankovic (con una punizione pleistéscio da 30 metri schiaffata di giustezza sull'incrocio dei pali, e una conclusione da fuori bloccata con paratona pleistéscio tipo Fifa 97 da Mirante) e una del diversamente alto Giovinco. Che però al Parma - il Parma di cui Caressa e Bergomi hanno ripetuto fino a quel momento che è una squadra spaventata, che ha paura, oh come si vede che ha paura - basta e avanza per portarsi in vantaggio [...] 

Al quarantacinquesimo spaccato anche Rocchi ne ha abbastanza e manda tutti negli spogliatoi. Sull'altro canale, nel frattempo, il Muilan vince, Barbarino si è infortunato da fermo come un pirla, la fidanzata famosa in tribuna minaccia di spedire al confino quegli incapaci dei massaggiatori della squadra. Cioè, quelli che il padre non ha ancora infilato nel consiglio regionale della Lombardia.
Nel secondo tempo entra Wesley, e per i primi 20 minuti un po' ci si prova, ma poi finisce anche la riserva, di gamba come si diceva mercoledì sera non ce n'è più. Così la seconda metà della ripresa è tutta degli alfieri del tortello, che vanno più volte vicini al raddoppio. Alla mezz'ora al posto del film di Moretti ti andrebbe bene qualsiasi altra cosa. Tipo:
Ma c'è da bere l'amaro calice dello sconforto degli ultimi quindici minuti, con il secondo gol del Parma firmato da Amauri. Per dire. Sull'altro campo il Muilan è sul 3 a 0, sull'altro campo ancora c'è Mou, ma proprio non te la senti. Quarta sconfitta nelle ultime cinque partite, meno otto, campionato finito. Si è interrotto un ciclo, dicono su Sky: ché forse Barbara è già incinta.

22 commenti:

  1. nun è successo, semplicemente (cit. Materazzii)

    RispondiElimina
  2. Non ho visto la partita, ma sono sicuro che l'Inter non ha meritato la sconfitta. Non per mano di due ex-juventino (Giò e Ama, che detti così paiono due di KissMeLicia). Non per mano del Parma, che fino a settimana scorsa giocava di merda e perdeva malamente.
    Snaider, figlio povero di quelli che fanno le cucine, gioca come può, ma è stanco anche lui. L'unico che ha ancora birra in corpo è Leonardo. Anzi, lui ne ha anche troppa di birra, considerate le formazioni che manda in campo. Qualcuno dovrebbe dirgli che nell'etilometro si soffia, non si aspira...

    Ti loVVo, collega :-)

    RispondiElimina
  3. Uncle Anesthesia16 aprile 2011 22:58

    Ma il divertentissimo Materazzi e le sue esilaranti maschere che fine hanno fatto?

    RispondiElimina
  4. "Si è interrotto un ciclo, dicono su Sky: ché forse Barbara è già incinta."

    Barbara dovrebbe smetterla di essere sempre incinta. E di stare insieme ad altri uomini.

    RispondiElimina
  5. Caro Doc, temo di aver avuto da poco la risposta alla domanda che ti ho posto in un altro post (che fine umorista che sono) e cioè che la tua squadra ha deciso quest'anno di andare prima in vacanza e di lasciare alla mia squadra (se ne sarà capace) l'ingrato compito di essere l'antimilan e di cercare di evitare che da qui alla fine del campionato la strada del Milan si trasformi in una marcia trionfale.
    Ovviamente non mi illudo: al 99 % lo scudetto è dei rossoneri (aspetta che vado un momento a vomitare e torno).
    Ma mi rimarrà la soddisfazione di arrivare subito dopo il grande Milan (aspetta che vomito un altro pò) con una rosa di titolari che guadagna quanto il solo IBra.
    Per quanto ti riguarda pur non amando molto il nerazzurro , se permetti, ti offro la mia solidarietà.
    Saluti.

    RispondiElimina
  6. Non solo ha perso lo scudetto, ma ha più o meno condannato noi(più di quanto già non lo si è)alla retrocessione.
    E volendo si potrebbe ribaltare il discorso...invochiamo Patman, Doc?

    RispondiElimina
  7. Per fattanz : penso tu sia tifoso della Samp ed effettivamente con i tre punti conquistati stasera dal Parma la situazione per la tua squadra si fa pesantissima.
    C'è il concreto rischio che domani la Samp si ritrovi terzultima.
    A mio parere la responsabilità è principalmente della societa che dopo essere arrivata in alto ha deciso di dare un taglio alle spese e ridurre il disavanzo, ma lo ha fatto in maniera brutale e scriterita.
    Se c'è una cosa di cui sono orgogliso,come tifoso partenopeo, al di là del rendimento della squadra, di Cavani, Mazzarri ecc è che sono 4 anni che i bilanci societari sono in attivo e stiamo facendo buoni risultati.
    Insomma il Napoli sta già applicando sto benedetto far play (o come si scrive) finanziario.
    Saluti

    RispondiElimina
  8. ehehe..dai è andata male, sono Parmigiano e devo dire che il Parma stavolta ha usato un minimo di palle in più delle ultime partite e Mirante ci ha tirato fuori 2 o 3 parate incredibili...l'Inter oggi proprio non ce ne aveva! ciao grande!

    RispondiElimina
  9. Ora pensiamo a rifondare sta Inter e sperare di far meglio il prossimo anno

    RispondiElimina
  10. L'importante è che il Napoli non vinca lo scudetto. Maggio, Pazienza e Cannavaro che vincono lo scudetto non si possono vedere...

    RispondiElimina
  11. Gambe andate, testa di giocatori e forse anche tecnico(?) pure di più. C'è da salvare il salvabile, tipo il terzo posto e magari (eh, magari) se ci si riesce la finale di Coppa del Patriota. E poi via a cambiare un po' di cose, dopo gli ultimi 5 anni ci si può tranquillamente accontentare di un paio di stagioni votate a costruire un progetto intelligente.
    Certo che tra Milan e Napoli non so chi sia meno peggio come vincitrice...

    RispondiElimina
  12. Per Paolo: puoi stare tranquillo, lo scudetto va sicuramente al Milan.
    Però devo dirti che non sono i nomi che vanno in campo ma gli uomini. Inoltre, se attualmente siamo secondi significa che i Pazienza, i Maggio i Cannavaro forse tanto scarsi non sono.
    Per Mauro Luca: come detto non c'è la minima possibilità che lo scudetto vada al Napoli, ma se accadesse forse ciò farebbe arrossire quelle società che pur essendo straindebitate continuano a sperperare milioni tanto c'è chi ricapitalizza e soprattutto non corrono mai il rischio di fallire.
    Saluti

    RispondiElimina
  13. X Pangio:
    Ho capito Pangio che gli uomini del Napoli saranno tutti dei bravi giocatori che prendono anche poco di stipendio, ma quello che intendevo dire è che un Napoli che vince uno scudetto con una squadra che gioca un bel calcio, ma con un organico che tolti due o tre campioni è piuttosto mediocre è l'esempio lampante di quanto il nostro campionato è diventato modesto. Comunque mi dispiace se l'hai presa male, pensa che io tifo Fiorentina che rispetto al Napoli è la tristezza suprema, zero gioco, zero uomini e stipendi più salati.

    RispondiElimina
  14. il bello che Giovinco e Amauri non facevano un cazzo alla Juve...

    RispondiElimina
  15. Uncle Anesthesia17 aprile 2011 20:37

    Ma sta storia di Mou che per il prossimo anno ha preiscritto i figli alla scuola privata di Lugano, che dista trenta minuti da Appiano Gentile, qualcuno l'ha capita?

    RispondiElimina
  16. JOSE', TORNA TRA NOI!!!
    Ci manchi tanto... :((

    P.s. Ama... sigh... sob... LAAAAAA!!

    RispondiElimina
  17. Pangio, è andata com'è andata pure a voialtri. Scudetto a Milanello, con annessi matrimonio di Pato e Barbarina, festa per la vittoria schiacciante alle amministrative, fucilazione dei procuratori milanesi e proclamazione del nano a imperatore d'Italia. Rassegniamoci.

    RispondiElimina
  18. Alè Udin! :P

    PS: Certo che se il Napoli non batte l'Udinese privo di Di Natale e Sanchez in casa...

    RispondiElimina
  19. E vabbuò Doc, di benza in corpo c'è n'è poca, in testa ancora meno, da qui alla fine dell'anno c'è solo da limitare le figure di merda. Spiace soprattutto perchè lo scudo lo vincono i zozzoneri, ma vabbè, mettiamocela via. Ci rifaremo l'anno prossimo (MOU TORNA, CHISTO CORE ASPETTA A TE).

    RispondiElimina
  20. X Paolo: nessun problema, non mi sono certo offeso per le tue osservazioni che posso anche in parte condividere.
    Quello che volevo dire, e probabilmente l'ho fatto con troppa energia, è che il Napoli (ma il discorso, secondo me vale per parecchie altre società di calcio) ha davanti a sè una sola strada: mantenere il bilancio sempre in attivo, cercando di costruire una squadra sempre più forte.
    E'chiaro che si tratta di un processo graduale nel quale è normale che si verifichino degli errori e delle cadute come quella di ieri sera.
    X Marte: in verità, nonstante l'ottimsmo che si era difuso (più tra alcuni addetti ai lavori e giornalisti che tra i tifosi del Napoli) io temevo molto la partita con l'Udinese per svariati motivi e i fatti mi hanno dato ragione.
    Dulcis in fundo, X Doc: mi auguro che lo scenario che hai descritto non si realizzi sarebbe peggio di un film dell'orrore.
    Chiudo con una nota di ottimismo: è sempe possibile che il grande Milan stecchi un paio di partire e che il grande B riesca a disgustare a tal punto i nostri connazionali da convincerli a non votarlo.
    Saluti.

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails