martedì 22 marzo 2011

23

Ti uomoragno in tutte le lingue del mondo

Quando eri ancora un collezionista di fumetti (= quando avevi in casa più di duemila albi e volumi a prender polvere. In un'altra casa, in un'altra vita) avevi avviato questa sorta di raccolta parallela, questa collezione nella collezione molto iunaitedcolorzofbenetton dedicata agli albi dell'Uomo-Ragno pubblicati in giro per il mondo, nelle lingue le più diverse. Una raccolta alimentata dai viaggi e with a little help from my friends (il ras del Giambellino TeoKrazia, ma anche e soprattutto il grande Max Brighel), come cantavano quei debosciati con la frangetta. Poi, a un certo punto, come tutto il resto della collezione anche questa sua componente dal respiro più squisitamente internazionale è finita abbandonata a se stessa, due volte nella polvere, due volte nel sottoscal. Beh, perlomeno fino a qualche ora fa […]

STATI UNITI
Giusto qualche albo, in rappresentanza degli oltre trecento Amazing, Web of, Spectacular e speciali infilati in un paio di scatoloni. Ché per un po' sei stato pure abbonato ad Amazing. Era il periodo - attorno al numero 400 - in cui la vecchia puttanazza Zia May era morta e poi non era morta più, era tutto finto, abbiamo scherzato. Non era un buon periodo.
Giusto per bullarsi, quello è il numero 7 di Amazing Spider-Man. 7 come il numero 7 del 1963.

GRECIA
O Antropos Aranknè, l'Uomo Ragno del Peloponneso, in una delle storie del ciclo Torment sui primi numeri di Spider-Man. E qui evitiamo di parlare di Todd McFarlane, altrimenti sai già come va a finire.
FRANCIA
Un vecchio numero della francese Semic, con una di quelle storie inutili post-Ultima Caccia di Kraven in cui appare il fantasmino del russo leopardato. Una roba che potrebbe esser stata pubblicata da noi su Star Magazine, ai tempi, ma non ne sei sicurissimo. Peter che parla in francese non si può proprio vedere.
FINLANDIA
Hämähäkkimies Spider-Man, un albo meravigliosamente pieno di umlaut e lettere A. Tantissime lettere A. Tipo che nella prima pagina si ripete più volte Peter Parkerista. Parkerista.
UNGHERIA
Sì, per quanto possa sembrare incredibile, L'Uomo-Ragno in Ungheria è chiamato Pokember. Come uno di quei pupazzini dei giochi giapponesi per bambini drogati. Pokember. A CSODALATOS POKEMBER. Rileggiamolo ancora una volta, tutti assieme: Pokember. Mentre Batman, per dire, a Budapest si chiama... Batman. No, quello resta uguale.
SPAGNA
Ah, che meraviglia. Ché in Spagna c'hanno questa cosa di tradurre i nomi dei super-eroi molto più di noi. El Asombroso Spider-Man - ma sotto c'è scritto Ombre Araña - è una delle poche eccezioni a una regola che includeva (almeno ai tempi: questi e molti altri fumetti sono frutto di un saccheggio a un'edicola di Madrid nella tua primissima volta in città, in gita di terzo liceo nel '94) La Patrulla X (X-Men), Lobezno (Wolverine), Mariposa Mental (Psylocke), l'Ombre Murcielago (Batman) e soprattutto El Todo Poderoso (l'Arcano/Beyonder delle Guerre Segrete). Ché El Todo Poderoso pensi sia il nome più zingaro e potente che tu abbia mai sentito.
RUSSIA
Un annetto fa avete spedito il TeoKrazia a Mosca per una presentazione di Metro 2033. Lì, oltre a provare a rimorchiarsi le standiste in un bunker antiatomico a cinquanta metri sotto il livello del suolo (no, davvero), e a farsi rimbalzare all'ingresso nelle discoteche gremite di mafiosi (no, davvero), ha ammucchiato in nota spese delle voci alquanto sospette. Per un maldestro tentativo di captatio benevolentiae, se n'è tornato dunque con qualche chilo di fumetti dell'Uomo-Ragno in cirillico. Il rimborso per quei "massaggi", però, col piffero che gliel'hai firmato.
GIAPPONE
In Giappone non esiste una pubblicazione regolare delle storie Marvel. Però i personaggi in sé sono molto popolari, e allora ecco che alcuni albi diventano minifumettini da una decina di pagine (ne servono due quindi per coprire ciascuna storia) venduti in bustine come le figu. Nei negozi di giocattoli. Don't ask.
REGNO UNITO
Sì, Regno Unito. Perché per quanto siano benissimo in grado di consumare gli albi ammerrigani alla fonte, i Britannici hanno questa tradizione delle loro ristampe cicciose da una sessantina di pagine. In questo caso, ci troviamo in presenza di una delle ennemila edizioni straniere curate direttamente dall'Italia dalla Panini, nell'ambito del suo progetto per conquistare il mondo. Trovi inoltre che The Astonishing Spider-Man sia un titolo incredibilmente chic per una testata.
OLANDA
Nell'incomprensibile idioma orange, la storia della riappacificazione tra Peter e MJ dopo che lei se n'era andata a fare l'attrice a Los Angeles. Eri perfino un po' felice della cosa, quando hai letto quei numeri in italiano. Sei sempre stato affezionato alla rossa. Perché non sapevi ancora quale grandissima incoolata avesse in serbo per voi tutti la Marvel con quella storia del patto con Mefisto. Tristezza. Tristezza. Tristezza. Tristezza. Quante volte l'hai scritto? Quattro. Tristezza. (Cinque).
REPUBBLICA CECA
"Kniha" in ceco vuol dire libro, e il termine è piuttosto appropriato, visto che questo Spider-Man Kniha 03 è un mattonazzo di 200 pagine con otto storie del '67 di Romita Sr ristampate in bianco e nero. Storie in cui i Vendicatori si chiamano Mstitelé, Quicksilver Rtut' e Lizard Jester. Però scritto con un paio di accenti háček sparsi a caso sopra.
CROAZIA
Un paio di storie del ciclo Back in Black, quello immediatamente precedente alla FINE di tutto. In Croazia, come in buona parte d'Europa, va molto forte Conan. Peccato in America non se lo caghi più nessuno.
GERMANIA
Der Spektakuläre Spider-Man o Der Ultimative Spider-Man? Edizioni in lingua tedesca distribuite dalla Panini in Germania, Austria e tra gli svizzeri quelli più cattivi. Tutti e tre sono del 2004, un periodo in cui la Panini spingeva forte sugli Heroclix (e da uno dei tre albi ti è saltato fuori quello di Pantera Nera. Evviva!). Ve li ricordate gli Heroclix? Esisteranno ancora, gli Heroclix?
BRASILE
Le storie toda sgioia toda bellessa dell'Homem Aranha, in un formato enorme che ti incasina tutta la collezione, porca paletta sambodroma.
PORTOGALLO
In terra lusitana, durante un periglioso, improbabile viaggio condotto in gioventù, di fumetti dell'Uomo-Ragno non ne hai trovati mica. In compenso, per una qualche ragione, in un chiosco avevano questo albo di Super-Man di dieci anni prima. Si chiama SuperHomem, e dentro ci sono le pubblicità con Miguel Bosè. Paura.
 

(EDIT del 6/4: grazie al gentilissimo Marco, è arrivato anche un Uomo-Ragno portoghese. Un numero di O Homem Aranha con le storie di Larsen in tutto il suo splendore. E in un inquietante formato libretto tipo Topolino!)
E abbiamo finito. Il bello, a ogni modo, è sapere che ovunque, in qualsiasi paese, quale che sia la lingua nella quale sono tradotte le sue avventure, l'Uomo-Ragno è sempre lo stesso vecchio Uomo-Ragno che…
beh, quasi sempre

23 commenti:

  1. Bella panoramica Doc, però ti manca quello Indù ;)

    Sull'abitudine dei paesi latini del tradurre TUTTO, io calo sempre un velo pietoso. La mia fodanzata è di madrelingua ma non me lo sa spiegare nemmeno lei perchè lo fanno XDXDXDXD.

    RispondiElimina
  2. > Sull'abitudine dei paesi latini del tradurre TUTTO, io calo sempre un velo pietoso.

    Mah, il nostro è un paese latino (!), lo facevamo e da un po' abbiamo smesso; non è una cosa così esotica.

    RispondiElimina
  3. a proposito, doc ti è mai capitato sottomano spiderman india? (quello con le babbucce a punta all'insù)

    (e comunque in portogallo sono -tipo- 7-8 mesi indietro rispetto a noi, quindi 2 anni circa rispetto agli iuessei...JFI)

    RispondiElimina
  4. Regiz, le versioni autoctone degli uominiragni (l'omologo giapponese di Peter Parker e quello indiano babbucciato) sono un altro discorso e parte di un'altra collezione parallela. Ne riparliamo presto.

    Quanto alle traduzioni autarchiche dei nomi yankee, vi si vuol solo ricordare Lombrico. Il Lombrico degli X-Men ai tempi della Corno.

    RispondiElimina
  5. A me, sinceramente, stupisce tantissimo il fatto che in Francia "Spider-Man" abbia conservato intatto il suo nome, evitando di diventare qualcosa piena di rotacismi, burro e brioches!!! :D

    RispondiElimina
  6. Ricordo che l'Homem Aranha ed altri albi portoghesi comprati un ventennio fa, erano in un buffo formato pocket tipo manga, solo un po' più larghi.

    Penso fosse importante farvelo sapere.

    RispondiElimina
  7. Vivo in Portogallo da un anno e mezzo, e da buon ex-collezionista-di-fumetti-marvel, una delle prime cose che ho fatto non appena arrivato é stato proprio cercare gli albi della Casa delle Idee (ma sará proprio cosí?).

    Alla Feira da Ladra, a Lisboa, se ne trovano a decine, numeri di vecchie edizioni ammassati in cassette-per-la-frutta a 50 centesimi al pezzo. Come dice NickZip, hanno un formato IMPROPONIBILE per un fumetto Marvel, un formato "per lettori dalle mani piccole e gli occhi bionici" simile al vecchio glorioso GIORNALINO DELL'UOMO RAGNO della Corno, ma molto moooolto + pezzente. Chiaramente ne ho comprato diverse copie, anche perché sono stato cosí fortunato da ritrovare le riedizioni delle MERAVIGLIOSE, mitiche storie del periodo Lo-sciacallo-é-il-profesor-Warren-e-la-mia-ragazza-é-un-clone-di-plastica.

    Cioé, quelle storie dove l'Uomo Ragno se ne andava in giro con una maschera senza lenti rubata ai Grandi Magazzini e combatteva contro quell'antipatico di Tarantula, Octopus si sgubbava Zia May e Harry si faceva i viaggioni lisergici seduto nel divano di casa mentre Peter vomitava l'anima per via delle sue atroci ulcere.

    Ad ogni modo, le traduzioni dei nomi dei personaggi sono davvero da spanciarsi dal ridere...

    Hey Doc, se vuoi te lo mando volentieri un albo (umh, un albetto) dell'Homen-Arahna portoghese! 50 centesimi, cacchiarola! :)

    http://mundo-civilizado.blogspot.com/2011/03/al-mercatino-dellusato.html

    RispondiElimina
  8. Ma infatti, che strano che lo Spiderman francese sia rimasto Spiderman! Che poi riguardo alla traduzione sono possibilista: se nella lingua di arrivo suona bene ed ha un perché, tradurre è anche meglio. Io dirò sempre "l'Uomo Ragno". Capisco meno "Peter Parkerista", per dire -o hanno tradotto Parker --> parcheggiatore?

    Comunque un paio di albi ungheresi di Batman ce li ho anch'io e l'unica cosa che si capisce è "Joker" e "dollar". Basta.

    RispondiElimina
  9. Mundo: sarebbe grandioso. Se hai tempo e voglia, mandami un'email che ci mettiamo d'accordo

    RispondiElimina
  10. Ricordo che ai tempi fu spiegato dalla corno che a causa della presenza di una rivista chiamata spider o qualcosa del genere, venne scelto di chiamare l'alter ego di Peter Uomo Ragno(nome che preferisco mille volte al freddo spaidermen )

    Comunque L'uomo ragno manga era una bomba, mai saputo come andava a finire.Se sapete, parlete.

    Wainy West

    RispondiElimina
  11. Una correzione: il nome in finnico è Hämähäkkimies, non Hämäkkimies come riportato.

    Il nome del protagonista non è stato tradotto, ma è rimasto Peter Parker. Il finnico usa i casi grammaticali (come il latino) per esprimere la funzione logica dei nominali nella frase. "Peter Parkerista" è il caso elativo di "Peter Parker", e significa a seconda del contesto "a proposito di Peter Parker", "fuori da Peter Parker" (moto a luogo), o esprime il concetto di mutazione/cambiamento permanente del nominale in questione. @_@

    RispondiElimina
  12. Wainy, scegliti un nick (cliccando su Segui in alto a destra, o su "commenta come > Nome/Url nel menu a tendina sotto i commenti). Ma niente commenti anonimi per piacere, ché - sì, esatto - mi fanno casini con l'antispam.
    Denghiù.

    Ah, dello Spider-Man Manga, come promesso, parliamo asap.

    RispondiElimina
  13. E grazie ovviamente a Renato per la precisazione: mi ero perso qualche umlaut per strada.

    RispondiElimina
  14. Che brutta fine fanno i Marvel in Giappone... anche se negli Usa i manga fanno lo stesso...

    RispondiElimina
  15. Doc, in Portogallo Iron Man si chiama "Homen de Ferro". Nel 2008 mi trovavo li' per motivi di studio ed i miei compagni locali sembravano non conoscere il mito di Tony Stark. Poi ho visto la locandina del film ed ho capito che il matto ero io :)

    http://pt.wikipedia.org/wiki/Homem_de_Ferro

    RispondiElimina
  16. Ah, Mundo, dimenticavo: i mucchi di bigjimmi e Masters del mercatino sono una scena terribilmente pop. Quasi quanto la vecchia che vende i DVD zozzi.

    RispondiElimina
  17. Comunque concordo nel dire che alcuni nomi sono improponibili...poor japanese marvel :(

    RispondiElimina
  18. El Todo Poderoso fa tanto attore porno messicano.
    Ma Pokember li batte tutti, anche se ormai un Ariados¹ qualunque ha molta più dignità dello Spidey attuale.

    ¹ http://bulbapedia.bulbagarden.net/wiki/Ariados_(Pok%C3%A9mon)

    RispondiElimina
  19. Come già detto da qualcuno: bello, bello ,bello il tuo postoche ha permesso a un vecchio fan dell'arrampicamuri ( ricordi quando in Italia lo si chiamava così) che non ha viaggiato molyo di avere una panoramica delle testate dedicate a Spiderman nel mondo.
    Volevo chiedere se chi possiede queste edizioni estere, e quindi in primis il nostro ospite, ha mai verificato se nel fumetto sono state operate delle censure, almeno per quanto riguarda la parte grafica (non essendo possibile conoscdre tante lingue).
    Sarà una mia curiosità malsana , però.....

    RispondiElimina
  20. Lo vuoi uno Spindelmannen svedese?

    RispondiElimina
  21. Sure! Già il nome è bellissimo. Mi mandi una mail quando te ne ricordi?

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails