lunedì 13 dicembre 2010

11

Assassin's Creed Brotherhood. Una nuova città, un nuovo eroe: Lando Fiorini

Assassin's Creed Brotherhood è un gioco bellissimo perché ci ha novantunovirgolatrentasettepercento per ps3 su gamerankings punto com e io tutti i giochi per la play che su gamerankings punto com prendono più di novantapercento me li compro perché sono capolavori mica cazzi che a me non me ne frega niente di quello che scrivono quegli sfigati che fanno le recensioni sui siti o sui giornali cosa ne vogliono sapere loro io non leggo niente e vedo solo il voto di gamerankings punto com e se il voto di gamerankings punto com è sopra il novantapercento io me lo compro. Figuriamoci se è novantunovirgolatrentasettepercento […]
Come Errol Flynn, ma molto meno gay
Brotherhood è un seguito di Assassin's Creed II in senso stretto. E con questo intendi dire sia che ne riprende di peso protagonisti ed eventi, sia che chi non ha giocato il prequel rischia di non capirci una well-loved fava. Dopo aver piantato casini a Firenze, Venezia e in quegli altri posticini dell'Italia centrale in cui si mangiano delle ottime pappardelle, Ezio Auditore da Firenze è a Roma, impegnato a sterminare tutti i membri della famiglia Borgia
Tranne la nota pornostar Luana
E la storia, per quanto l'unico colpo di scena sia così telefonato da figurare sull'elenco Sip dell'83, funziona. Ma funziona pure tutto il resto, visto che al terzo tentativo Ubisoft è riuscita grazie al cielo a mettere in piedi un sistema di combattimento immediato e divertente. Non che ci volesse poi questa grande scienza, oh: bastava velocizzare un po' di più le cose, ed è esattamente quello che il team di sviluppo ha fatto. Per farla breve, ché ti difettano tempo e voglia per tirare giù una pippa mostruosa sull' - aperte virgolette - affinamento del gameplay - chiuse virgolette - diremo che ora è possibile concatenare in scioltezza le uccisioni, una via l'altra. Un attimo prima stai passando al fil di spada la guardia buzzona armata d'ascia, un secondo dopo sei già passato a servire quel coglione segaligno con la lancia: se non sei un totale impedito, a stendere venti, trenta guardie fai in un attimo, laddove nel primo AC impiegavi sei anni, in ACII solo tre.
"Il gaaaaaaasssss, oppporcaputt...!!!!"
Non è tutto. La divisione della mappa in quartieri sotto l'influenza dei Borgia e la possibilità/necessità per ciascuno di essi di a) eliminare il capitano dei malandrini senza lasciarselo scappare, e b) arrampicare la relativa torre e darle fuoco, rappresenta un'aggiunta gradita, in quanto permette di sperimentare le più ardite tecniche ninja-chuck norris-steven seagal nel classico scenario da uno contro tutti, ma vi rompo lo stesso il culo, brutti stronzi.
E allora vieni con me amore sul Grande Raccordo Anulare che circonda la capitale, e nelle soste faremo l'amore. E se nasce una bambina poi la chiameremo… Ezio
Dopo la prima, scenografica quanto vuoi ma anche pallosissima sgambata di Altair in Terra Santa, e la notevolmente più varia ma anche infiocchettata di qualche minchiata qua e là avventura d'esordio di Auditore lo sfregiato, un terzo gioco in cui le cose da fare sono tante, diverse, varie, mai banali, altri aggettivi carichi di un moderato entusiasmo a caso. Spostarsi da un capo all'altro della mappa non è peraltro più un palo nel coolo, perché puoi servirti di un sistema di teletrasporto a mezzo gallerie, oppure richiamare al volo con un fischio maschio senza raschio un cavallo come in Red Dead Redemption. Non importa se sei in un anfratto scusagno, in cima a un montarozzo, sotto al Pantheon, dietro un vespasiano, leone o gazzella: tu fischi, lui arriva. Ovunque, come il segnale di Radio Maria.
"Vai, ciccio, ti chiamo dopo"
Cioè, fatta eccezione per il pop-up (ai livelli da PSone sui campi lunghi) ti hanno migliorato pure la grafica, visto che le facce di NPC uomini, donne e mariidefilippi del gioco non vengono più pescate a caso, come avveniva in ACII, dalle cartelle "Generic Son of a Bitch" e "Generic Bitch". Cazzo vuoi lamentarti? Ma a proposito di mignotte: che fine ha fatto Jade Raymon… perché Ezio continua a odiare così tanto la madre e la sorella? Che gli hanno fatto? Ci sono questioni di eredità finora taciute? Cioè, in ACII, quando incontrava Maria e Claudia Auditore dopo la loro rocambolesca fuga da Firenze, alla prima non se la cagava di striscio. Neanche un Come stai, ma'? Un Ma', riguardati. Niente. Zero.
"Dai, Ezio, dicci qualcosa che se no poi ci resta male, sai com'è fatta"
Ora invece, visto che si tratta di due donne perbene, di una famiglia fiorentina benestante, colte, raffinate, Auditore ha questa GRANDIOSA IDEA di chiuderle in un BORDELLO, per poi affidare direttamente alla sorella Claudia la gestione della casa di malaffare. Gli uomini di famiglia esperti in pugnali, le donne in pugnette.
"Scusa, Ezio, ma non ho capito: quant'è che dobbiamo fargli pagare se si vogliono sintonizzare su Rai 2?"

11 commenti:

  1. "Ahi che mal el segundo canal, el segundo canal, ahi, ahi, ahi!" Cantavano mille anni fa i Farinei dla Brigna...
    Malgrado gli innegabili difetti, AC, rimane per me un titolo di un certo fascino: saranno le ambientazioni storiche, le città mirabilmente ricostruite, la storia tutto sommato discreta, ma devo ammettere di essere riuscito a chiudere un occhio(o forse tutti e due) sulle meenkiate, a volte colossali, che ubisoft ha dispensato generosamente nei, finora, due titoli del brand.
    Ergo: probabile acquisto per questo Natale.

    RispondiElimina
  2. Il vero problema è: chi ha il coraggio di rituffarsi in un gioco da trenta ore?

    RispondiElimina
  3. Se la recensione videoludica è un genere, è vogliamo che lo sia, questa ne è il capolavoro.

    RispondiElimina
  4. Ottimo il gioco e ottimo questo post.

    Alla fine hai dato ragione al lettore iniziale di Gamerankings: un 91,37% è proprio il voto che traspare dal pezzo!

    Nel caso tu non lo abbia già provato, merita un giro d'ispezione anche il multiplayer. Molto interessanti le meccaniche di gioco e la tensione che vanno a creare. Io riesco a fare solo un 4 partite di seguito perchè strippo e mi viene la tachicardia. Mi azzardo a dire che è la roba più originale e "composta" della serie. In ogni caso stima al team che ha incicciottito e irrobustito il tutto.

    RispondiElimina
  5. Elbombero: troppo buono
    Ferruccio: dai, su, scollati un attimo dalla sfida al tempo e al buon gusto con Van(qu)ish e provalo
    Massi: è senza dubbio quello il punto. Il fascino c'è, e questa volta c'è un po' più grasso attorno
    Surgo: del multi ho fatto solo un piccolo assaggio. Appena finita la campagna mi ci butto

    RispondiElimina
  6. Ah, insomma finalmente hanno fatto un gioco? Chissà, magari lo provo.

    RispondiElimina
  7. Mi hai quasi convinto a prenderlo...

    RispondiElimina
  8. mmm il multi m'intrippa parecchio... cmq Doc fai salire troppe scimmie, tra un pò apro uno zoo

    RispondiElimina
  9. Figo: voglio fare l'ammaestratore di macachi

    RispondiElimina
  10. Il Correttore di Bozze12 gennaio 2011 17:52

    Ti sei scordato di citare una vera chicca. Desmond che si mette a parlare in Siciliano dicendo: "Ehi, c'hai problemi, Altair?" ! Mi son quasi capottato giù dalla sedia, dal ridere!

    RispondiElimina
  11. Io amo Ezio! :D E sì, in effetti poteva filarsi un po' di più madre e sorella. Ma vogliamo parlare del II e dell'avventura con Cristina? :D
    Post divertentissimo!

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails