giovedì 11 novembre 2010

13

Force Unleashed II: la forza scorre potente in te e… No, scusa: è dissenteria. Mi sono sbagliato

Cavalcando come un Marty di Voglia di Vincere giusto un po' meno ipertricotico l'onda lunga dei post sugli anni 80 e i cartoni degli anni 80 e i pupazzi degli anni 80, hai dimenticato in un cantuccio i giochini. E siccome questo blog è pur sempre nato come un blog sui giochini, i nuovi amicici dell'Antro non te ne vogliano se per una sera si torna a parlare di videogiochi e di robe tipicamente ludowanker, recuperando il recuperabile delle reviù saltate nelle ultime settimane. Non te ne vogliano, anche perché non è che uno arriva, si siede e tutti fanno subito quello che vuole lui. Non è educato. Dov'eri rimasto? Ah, sì, ai giochi che ti hanno fatto venire la dissenteria negli ultimi tempi, giusto. […]
Si è appena liberato un posto di lavoro. Arruolati anche tu nell'esercito imperiale. Non è necessario radersi nè pettinarsi!
Detto che a Fallout 3, al nuovo Castlevania e a Vanquish non hai ancora messo mano (né lo farai in tempi brevi, probabilmente, visto che oggi è arrivato Black Ops e quindi sticazzi), nelle settimane piovose a cavallo tra la fine di ottobre e questo allegro e un po' alluvionato inizio di novembre hai avuto modo di giocare quanto segue:
Non sembra, ma il nano è un nano famoso. Eolo.
Star Wars: Il Potere della Forza II
Cioè.
No, è che…
- ahhhhhhh -
Il fatto è che in giro per la Rete trovi gente che ne dice addirittura bene. Che te lo dipinge come un gioco in grado di catturare l'essenza della saga e tutte quelle altre stronzate lì che le scrive solo un povero coglione senza uno straccio di vita sociale che si crede figo solo perché collabora con un sitarello di videogiochi americano anche se non lo pagano e al massimo gli fanno la carità di lasciargli una cazzo di promo che non vale niente e tutti lo schifano e la vicina di casa chiama la polizia ogni volta che lo vede avvicinarsi e una volta che è andato al supermercato con l'ombrello a forma di spada laser e la sua magliettina con Boba Fett e la coda di cavallo le guardie giurate l'hanno preso per un barbone e l'hanno saccagnato di mazzate. Senza manco chiederci scusa dopo.
No, davvero. Il Potere dello Sforzo II è un gioco di dieci anni fa, lineare come un binario, stupido come un termosifone, brutto come la figlia di Fantozzi, facile come bere un bicchier d'acqua. Con cinquanta gocce di guttalax sciolte dentro.

Un clone con un casino di poteri jedi contro centinaia di poveri cristi con una corazza da stormtrooper di seconda mano addosso. E' come liberare un cobra in una gabbia di pulcini. Dopo aver munito il cobra di un lanciagranate
La lucha libre: un vero, genuino sport finto
Lucha Libre AAA Heroes del Ring
Ti aspettavi molto da questo titolo, e avevi pure tutte le tue brave ragioni per farlo, porca zozza, ché sono anni che volevi un gioco sulla Lucha Libre. Alcune cose gli riescono molto bene - le prese, comprensive di tutti quei pericolosissimi piledriver che in WWE sono proibiti da anni, o i tuffi all'esterno del ring -, altre molto meno, a cominciare dai colpi lentissimi e da un ritmo che dei frenetici incontri del bresslinz messicano è solo un parente lontano e un po' tonto. Di quelli che non li inviti al cenone di famiglia a Natale perché un po' ti vergogni, e soprattutto perché hai paura che ti facciano la pipì in un angolo dopo aver bevuto troppo.
L'atmosfera resta chiaramente quella meravigliosa della lucha, il bresslinz all'ennesima potenza, tra mascheroni assurdi, nomi ridicoli, pubblico che ti insulta in spagnolo e ring affiancati da altarini alla Madonna e pollai. No, sul serio. Insomma, non sarà il re dei giochi di bresslinz, non sarà la nuova terra promessa per gli appassionati confinati da anni nell'assolato deserto egiziano di Fire Pro Wrestling Returns per PS2, ma non è neanche l'ultimo degli stronzi.

Un mix di gente mascherata, nomi assurdi, farsa, credenze religiose, pubblico inviperito. Dice: è la lucha libre? No, è lo studio di Uomini e Donne di Maria De Filippi
"Non muovere un muscolo o sei un uomo morto! Cioé, di nuovo"
Red Dead Redemption: Terrore dall'Oltretomba
(Undead Nightmare)
L'espansione che, una volta tanto, non fa piangere lacrime napulitante sui soldi spesi per scaricarla. Cioè, non a te, che a te relegano i giochi e figuriamoci i DLC, ma all'uomo della strada. Che poi cosa cazzo debba farsene l'uomo della strada di un gioco western con gli zombie è tutto un altro paio di maniche, ma vabbé. Comunque. Subito prima del finale drammatico di RDR si innesta questa storiella leggera e allegrotta e piena di gag sugli zombie che sembra sia stata scritta da Garth Ennis dopo essersi rollato una canna. Un attimo più impegnativo del gioco base, risulta divertente solo se ti ci metti su, se dedichi tempo e voglia al cavalcare in giro per la prateria alla ricerca di bigfoot, villaggi assediati dagli zombie da ripulire, animali non-morti da prendere al lazo. Ma tu di tempo e voglia ne avevi pochi, perciò dopo un paio d'ore hai spento e ciao.
E' un posto primitivo e violento, pieno di cadaveri che sbucano dalle tombe e pronunciano solo mugugni privi di senso. Ma non è stranamente lo Juventus Center di Vinovo durante la rifinitura agli ordini di Del Neri
Kill Bill senza la pheega. E, uh, senza Bill
Dead Rising 2
From disco to disco, from LA to San Francisco, e da uno zombie all'altro. Beh, Dead Rising 2 l'hai finito con gusto. Finito nel senso che sei stato sufficientemente uomo, in una scala da zero a Chuck Norris, per arrivare al vero finale del gioco. Gioco che, esattamente come il suo predecessore, diventa più facile man mano che sblocchi abilità bresslinistiche e calci uattà e slot in cui infilare cibo e armi. Così hai trovato i DUE boss finali molto più coglioni di alcuni psicopatici all'inizio (come il cuoco o il tizio nel cesso, il nemico dell'igiene armato di scheggia di vetro). Gran bello, ma ci vorrebbe almeno un secondo giro per vedere tutto quello che ti sei perso. Magari quando avrai un po' di tempo (leggi: non in questa vita. Leggi: mai. Leggi: credici).

Ti chiami Chuck Greene. Tua moglie è morta, tua figlia è stata morsa dagli zombie, sei stato incastrato per un disastro che non hai commesso, i morti-viventi vogliono ucciderti e gli altri sopravvissuti pure. Beh, su, poteva andarti peggio. Cazzo ti lamenti?

13 commenti:

  1. Ho come la sensazione che l'ultimo gioco decente basato su Star Wars sia proprio Kotor II. Che poi era Obsidian e quindi buggato, che poi aveva quei maledetti alieni che avevano le frasi aliene in loop, ma che almeno ti ci divertivi davvero a impersonare il Lato Oscuro e c'aveva pure le classi di prestigio che facevano un pò D&D, un pò pheego e tanto sana incazzatura quando capivi che l'unica davvero massiccia era quella dello Jedi Master.

    Lo ammetto, non ho giocato nemmeno il primo Force Unleashed, sempre a causa di quella famosa vocina che mi suggerisce ormai infallibile queste immani cagate a spruzzo.

    RispondiElimina
  2. *rettifica: quella famosa vocina che mi suggerisce ormai infallibile di EVITARE queste immani cagate a spruzzo

    RispondiElimina
  3. Non ti sei perso nulla, Kon

    RispondiElimina
  4. mah più che il II di kotor io ho sempre preferito il primo, che all'epoca era proprio epocale (bug o meno che sia).
    kotor 2 era troppo facile e con una trama discretamente brutta.
    Il potere dello sforzo 1 era un gioco da 6,5 stirato, perchè per quanto monotono aveva dalla sua una trama, completamente campata per aria, ma avvincente e che contrariamente a tanta altra monnezza strawarsiana poteva pure incastrarsi (chiudendo tutti e due gli occhi) all'interno della "saga filmica".
    Il 2 già che, affermazioni di EA:
    -hanno ridotto gli spazi e messo i salti pilotati senno le pippe morivano troppo (certo invece di ottimizzare gli errori del primo eliminiamo proprio le sezioni platform
    -sei un clone del personaggio del primo ma sei un clone storto coi ricordi che non dovresti averci ma ce l'hai

    Mi ha fatto capire che quelle poche cose che portavano al 6,5 il gioco originale sono state eliminate....per aggiungere

    -le incredibili nuove 6000000 di combo sbloccabili con spada (che userai tanto sempre le solite due o tre più efficaci)
    -il miglioramento del lock sui nemici per le abilità della forza (wow....)

    patetico.

    PS
    Fallout new vegas iniziato ma non è che mi ha impressionato granchè, anzi, pare un espansione del 3.....

    RispondiElimina
  5. A prescindere dal fatto che sia meglio il primo o il secondo KOTOR, io ho soltanto fatto presente che l'ultimo videogiuoco decente basato su Star Wars sia comunque KOTOR II. E quando dico decente voglio dire più che sufficiente. Sotto l'aspetto del level design era inferiore al primo, ma lo considero superiore sotto l'aspetto dei personaggi, dei dialoghi e del GdR. Senza contare che con un paio di mod come il Restored Content Mod o l'M4-78 addon diventava un'esperienza godibilissima.

    Inoltre alcuni aspetti del gameplay furono comunque migliorati, come le maggiori possibilità di personalizzare armi e armature rispetto a KOTOR I. Ma maggiori di molto eh? In Kotor I se non usavi la spada laser non andavi da nessuna parte, mentre nel seguito con un bel cannone pimpato come si deve potevi ammazzare anche Kreia. A proposito di boss finali: Kreia l'ho trovata ben più tosta da mandare giù rispetto a quel poser di Darth Malak.

    E poi che c'entra la EA? Entrambi i titoli furono prodotti e pubblicati dalla LucasArts. Cambiavano soltanto i team di sviluppo, rispettivamente Bioware per il primo KOTOR e Obisidian per il secondo. E se KOTOR II ha sempre dato quell'impressione di lavoro non terminato la colpa fu proprio dalla LucasArts, che impose alla Obsidian di far uscire il gioco entro un anno, soltanto per far coincidere la data di lancio con le feste natalizie di allora.
    Ma ripeto, una volta "restaurato" coi contenuti originali, KOTOR II > KOTOR I.

    RispondiElimina
  6. emh Kon solo le prime tre righe del mio post si riferivano a kotor il resto parlava di un confronto tra force unleashed (potere dello sforzo) I e II.

    EA è un refuso dislessico per LA (Luca Arts) ma sempre riferito a force unleashed.

    Per tornare eventualmente serenamente sul discorso Kotor ribadisco la mia preferenza per il primo nonostante i difetti, perchè la trama era infinitamente superiore.....e personalmente i sith preferisco sfracellarli di mazzate con le spade laser piuttosto che con il BFG 9000 ;)
    Inoltre i personaggi del secondo non li ho mai graditi granchè, prima tra tutte la vegliarda.
    E' una questione di impatto, IMHO kotor II non ha avuto l'impatto che ebbe kotor I, ma allo stesso modo di come ritengo Mass effect, con tutti i difetti che ha, infinitamente più appagante di mass effect II....boh sarà un problema mio...

    RispondiElimina
  7. Ah e il patetico, che forse leggendo male quanto ho scritto hai pensato riferito a te, era riferito al potere dello sforzo 2 ;)

    RispondiElimina
  8. Ops, me ne sono accorto dopo aver postato che ti riferivi a Force Unleashed :P
    Ma vabbè, già che ci sono, finisco di dire la mia su KOTOR I & II e buonanotte.

    Semplicemente è un problema di imprinting. Trovo piuttosto naturale che si rimanga impressionati maggiormente dal primo titolo di un'intera serie piuttosto che da quelli seguenti. Ma col tempo penso che impariamo un pò tutti a non farci influenzare troppo da paragoni e similitudini.
    Infatti io sono riuscito a godermi KOTOR II proprio perchè mentre giocavo non stavo lì a pensare ancora a KOTOR I. Le somme le ho tirate soltanto alla fine. Se ci avessi giocato con in testa ancora Bastila, Revan & compagnia, non avrei nemmeno avuto la forza di andare avanti, perchè le mancanze di KOTOR II, appena uscito, erano per l'appunto abbastanza evidenti.
    Attenzione, parlo di mancanze, non di difetti veri e propri. Perchè Kotor II è per l'appunto un lavoro non finito, piuttosto che brutto.
    Sulla trama voglio aggiungere una cosa. Tu la trovi superiore in KOTOR I, ma io ci ho trovato dei buchi non indifferenti: Bastila è colei che ha catturato Revan la prima volta, ma poi quando te la ritrovi nel party è una niubbetta, proprio come lo stesso Revan. Ma mentre quest'ultimo aveva subito praticamente ogni tipo di mazzate e già è tanto che era vivo, perchè anche Bastila è regredita come lui? E come ha fatto a perdere il suo famoso potere di controllo mentale di massa con la Forza? Nel gioco si parla soltanto vagamente di una prigionia di Bastila tramite i suoi stessi racconti quando ci parli, ma nulla più.
    Per non parlare di Malak, che è comunque un leader potentissimo e pur sapendo di avere a che fare con un redivivo Revan che stava riacquistando i suoi poteri originari, gli manda incontro un semplice cacciatore di taglie come Calo Nord, che sarà pure bravo, ma non era certo un ammazza-jedi come per esempio Atton, con tanto di passato ben spiegato e dettagliato. E queste cose le notai subito, proprio mentre ci giocai la prima volta. Insomma, tutto questo popò di trama KOTOR I non ce l'aveva, da quello che ho potuto constatare personalmente. Senza contare che si riescono a sapere più cose di Revan giocando a KOTOR II, piuttosto che a KOTOR I.

    RispondiElimina
  9. *rettifica su Atton: ovviamente non lo conoscevo quando giocai alla prima volta su KOTOR I. Mi riferisco al fatto che ho notato subito i punti deboli della trama di KOTOR I.

    RispondiElimina
  10. Kon, Wargarv, basta litigare per i giochini da nerd. Ora parliamo di cose serie: Lucha Libre AAA Heroes del... Ah, giusto. Quello non l'ha giocato nessuno. Sfiga. Vabbé, stasera si attacca con Call of Duty Black Ops. Se qualcuno vuole una raffica di M16 sui piedi citofoni pure.

    RispondiElimina
  11. Macchè litigi, magari le discussioni da nerd fossero tutte così :)

    Però ti invidio, io non ce l'ho il coraggio di (video)giocare le cose serie sul bressling.

    Black Ops, invece, ha già fatto nascere in me un bel pò di aspettative. Poi ci racconti, Doc.

    RispondiElimina
  12. Oki doki. Vado, ammazzo un po' di niubbi e torno

    RispondiElimina
  13. Vabbe', ma da quanto ho capito SWtFU è niente più e niente meno che il solito gioco di Star Wars in ottica jedi. Ossia, sfranzicare trooper imperiali gay vestiti di carta e protetto da invulnerabilità di fatto fino a quando non incontri qualche sith dopato. E, in fondo, SE gioco a questi giochi, è quello che voglio. Tutto regolare, secondo me. SE.

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails