venerdì 18 giugno 2010

1

La musica di Zelda: un cuore di panna per noi

Di come Nintendo abbia attirato la concorrenza nel trappolone del casual gaming spinto, per poi tirarsene fuori con una mossa di puro escapismo e scatenare sui giocatori una salva di megatonz puramente hardcore (e con parecchio, vecchio 2D dentro) abbiamo detto. Di come il nuovo Zelda non ti dica per ora proprio nulla, pure. Ma al di là di Link e del suo completino da Peter Pan, delle bombe boomeranghe e dei trenini, c'è un elemento della saga di Zelda che si è installato a tradimento in una directory ben nascosta nel cuore di ogni appassionato. Le sue musiche. Zelda è una colonna sonora meme prima che un simulatore di esplorazione di dungeon in calzamaglia. Musiche che nel cervello di un giocatore normale partono ogni volta in automatico quando sente pronunciare il nome di quella principessa. E che nel sistema nervoso centrale di parecchi malati di mente, invece, hanno prodotto incresciose conseguenze come quelle che seguono... [...]
Già che c'era poteva pure farsi un lancio di dadi a dodici facce, tra un pezzo e l'altro.
No, davvero. Ascoltatela perché merita. E pure quella scocciatissima Zelda non è da buttare via.

ONE MAN WIND WAKER BAND
 Quest'omino susciterà più tristezza o ammirazione? Da solo in casa, a Natale, a suonarsi tutti gli strumenti del brano? Con quella faccia da emo bastonato?

C'è qualcosa di più inquietante del suono di uno stilofono?

TERE E THEREMIN
 Sì, c'è. E si chiama theremin.

Questo è bravo. Di una bruttezza rara, ma bravo.

Minuto 1 e 40: come iniziare nel peggiore dei modi una vita insieme. Quantomeno il prete non è vestito da Ganondorf.

1 commenti:

  1. E se mi sposassi con il tema di Metal Gear Solid in sottofondo?
    Ora lo propongo alla mia signora!

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails