lunedì 17 maggio 2010

3

BCV - Battle Construction Vehicles. Lo chiamavano Bulldozer

Il mondo dei picchiaduro uno contro uno si è popolato negli ultimi vent'anni dei soggetti più strani. Robot, tizie vestite da marinarette, panda, dinosauri, spogliarelliste. Vedersi menare in un'arena una gru e una ruspa, però, continua a rappresentare a tutt'oggi uno spettacolo alquanto suggestivo.
Uscito in Giappone all'alba dell'era di PS2 con il titolo di Kensetsu Juuki Kenka Battle: Buchigire Kongou! e portato in Europa nel 2003 da Midas (con una copertina molto, ma molto più brutta), BCV - Battle Construction Vehicles sarebbe solo un esperimento bislacco. Un picchiaduro moscissimo in cui non si può usare nemmeno lo stick analogico. A risollevarne un minimo le sorti, però, interviene la storia. Sì, la storia. In un picchiaduro tra mezzi di costruzione... [...]
Ultimo erede della famiglia Kengo, generazioni su generazioni nel business delle costruzioni, il giovane protagonista vuole darsi alla bella vita, spendendo l'eredità in donnine e divertimenti come ogni giovane erede debosciato che si rispetti. Ma il vecchio maggiordomo della famiglia lo costringe, dopo un acceso duello a bordo di due mezzi da lavoro, ad assumersi le sue responsabilità. Parte così, tra spezzoni anime e sequenze statiche che sembrano disegnate da Shingo Araki, la lenta ricostruzione dell'impero Kengo, tra assunzioni, appalti da ottenere e rivali da mettere fuori causa. Il tutto sempre combattendo in sella a gru, escavatrici, ruspe, bulldozer. Il tono delirante della storia, nella quale la misteriosa ex impiegata Beth si scopre essere un uomo e l'unica donna che appare è tosta come un camionista, si riflette nei colpi speciali attivabili durante i combattimenti: giganteschi guerrieri di kendo, api assassine, tornado, rubentini a novanta, tempeste di fulmini.
Divertente? Per nulla. Però due risate ce le si fa tutte.
Proprio per apprezzare la storia, la versione europea (sulla baia a cinque, quattro ma anche tre euro) è preferibile. Tanto quella giapponese, che la copertina ce l'ha invece bellissima, non si trova più in giro manco per sbaglio, quindi ciccia.


Scimmiudizio:

3 commenti:

  1. l'avevo preso e devo dire che è quasi bella da quanto fa schifo

    RispondiElimina
  2. per gli amanti del genere ruspe (non raspe) consiglio questo :
    http://www.iniziopartita.it/article.asp?sez0=2&sez1=0&art=2132

    RispondiElimina
  3. Con Playmobil Construction (http://www.youtube.com/watch?v=oifx3Di8hoY), la sacra trimurtide della soletta catramata

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails