mercoledì 17 marzo 2010

0

Heavy Rain: salva il figlio martellando il tasto X

Chi non ha già giocato Heavy Rain, o lo sta facendo ora ma non è ancora arrivato alla scena del centro commerciale, all'appuntamento con i palloncini di Ronald McDonald, passi pure oltre. Si vada a rivedere sul tubo il gol che ha incendiato la Londra petrolifera ieri sera. Scopra come l'amore sia un apostrofo rosa tra le parole "Eto" e "o". Vada pure lui a indagare cos'hanno di sbagliato queste toghe di Trani. Si droghi. Insomma, faccia dell'altro.
Chi invece ha già metabolizzato il carico emotivo di quella scena, clicchi pure fiducioso qui sotto per proseguire [...]

Che poi fiducioso fino a un certo punto, che tanto Jason muore lo stesso. In compenso in questo giochillo in flash si possono dimostrare al mondo le proprie qualità ludowanker martellando il tasto X per richiamare Jason un numero spropositato di volte, esattamente come nel capolavoro di Quantic Dream.

Ah, a proposito: all'alba hai finalmente scoperto l'identità del killer degli origami. E' Carlo Ancelotti.


0 commenti:

Posta un commento

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails