venerdì 5 febbraio 2010

5

Mi manda Rai Tre. Ti manda dove? E perché?

Il venerdì sera è un giorno un po' così. Innanzitutto perché è sera e quindi non è tecnicamente più giorno, ma soprattutto perché ti sei appena lasciato alle spalle una settimana pesante come certa gente iubentina quando si mette a parlare di calcio senza saperne una fava, e ti girano i coglioni e sei stanco e tutto il giorno solo un panino e toh non ci vedi più dalla fame. Solo che a te toh un bel cazzo, che con una Fiesta non ci fai nulla e vuoi due pizze margherita con le scaglie di grana sopra, una fanta, un gelato aghendàszzz e tre ore di gioco ininterrotte [...]
Magari per dare un senso a tutti quei titoli comprati e lasciati lì da parte (come quelli per quella console bianca lì. Quella piccola. Quella che la accendi e ti fa la lucina azzurra come le macchine dei tamarri. Quella che sull'LCD non si vede una mazza. Quella lì. Com'è che si chiamava?). Magari, visto che è il periodo, in giro per la galassia di Mass Effect 2. Vorresti, ma non puoi. Che il palinsesto da venerdì sera è fatto apposta per romperti i coglioni, con quei programmi, film, telefilm da nonni che però per una qualche ragione piacciono pure alle mogli nominalmente giovani. Vieni, caro. Posa quel pad, che ti rincoglionisci. Vieni. Vieni, che ci vediamo Mimandaraitré. Ora, Mimandaraitré è il peggio. Peggio di Elisir, peggio di Medicina33 che quando lo vedi e c'è l'Uomo Talpa con la voce urticante che parla ti porti rapidamente la mano ai coglioni prima che ti colga qualche iattura. Peggio. Perché ci sono questi poveri cristi che vanno a parlare dei cazzi loro a Vianello, anche se questo non è il Vianello che canta le canzoni watusse, e nemmeno quello sposato con Sbirulino. Vanno, e ci dicono senta Dottorvianello, e ci dicono delle inculate che si sono presi con le ASL, con le aziende, con i mobili da Aiazzone perché al sabato la grande festa ce l'hanno fatta a loro, con la Telecom, con la tassa sulla spazzatura del comune di Sticazzi Marina, con qualsiasi cosa. Vanno lì, stanno le ore a urlare contro gli avvocati con la forfora e la faccia di cazzo mandati dalle aziende, poi il tempo finisce e mi dispiace signò dobbiamo passare al prossimo caso. No signò, Lubrano nun ce sta più da vent'anni. Sì, signò, a Marrazzo ci piacciono le donne con i coglioni. Si signò, mo' basta, ciao e grazie. Pubblicità.
Tutti uguale, un caso dopo l'altro. Vanno, gridano, piangono, e non risolvono una bella minchia. E tu sei lì, a ruminare nervosamente le patatine baciate dal talento indiscusso di Vissani, che pensi eh, non c'è giustizia a questo mondo. Che sai quanti alieni dimmerda ti avevo ammazzato a quest'ora?

5 commenti:

  1. io invece stasera l'ho giocato!!! :D

    RispondiElimina
  2. Io son contento di essere single (o Zione, come si dice qui in Romagna) e quindi ho potuto 'godermi' una serata di Tekken 6 modalità campagna.
    Bestemmiogena, ma liberatoria.
    PS: non è che nienteniente il tipo che non sa un cacchio di calcio ha gli occhiali, il codice a barre in testa e, fatto non trascurabile, DOVREBBE ESSERE IN GALERA A MARCIRE?
    E' quello vero? Ho vinto quaccheccosa?

    RispondiElimina
  3. Nope, non è lui.
    Ma il tono è insopportabile uguale.

    RispondiElimina
  4. In foto: avvocato con la forfora e la faccia da cazzo.

    RispondiElimina
  5. Quello veramente è Caccamo.
    Rob

    RispondiElimina

I commenti anonimi vengono eliminati dai filtri antispam e, nel caso superino i filtri, irrisi ed eliminati uguale: non usateli.

Related Posts with Thumbnails